Apicoltura Lombardo

Miele di Tarassaco

Le informazioni tecnico-scientifico-apistiche contenute nel sito, non rappresentano modalità o consigli terapeutici.

Il miele di tarassaco si produce allo stato uniflorale nei prati stabili, presenti nelle regioni del nord Italia soprattutto nelle zone collinari e montuose, nella nostra regione prevalentemente in pianura e nelle aree viticole. Costituisce una produzione non abbondante ma localmente importante, tipica della primavera. Si tratta di un miele con caratteristiche che non incontrano il gusto della maggior parte dei consumatori, ma, forse proprio per questo, il prodotto si colloca con favore presso una fascia sempre più ampia di persone che apprezzano le caratteristiche particolari. E' un miele di grande personalità che, per chi ne apprezza il gusto, può essere consumato tal quale; può accompagnare con successo verdure amare, formaggi non molto stagionati o essere alla base di una salsa dolce/piccante adatta al bollito.

Stato fisico: cristallizza spontaneamente in tempi molto rapidi, con cristalli fini e regolari,che formano una massa morbida e cremosa.

Colore: presenta una caratteristica tonalità vivace, giallo o crema all'uovo allo stato liquido; da bianco a beige chiaro quando cristallizzato.

Intensità odore: forte.

Odore: molto caratteristico; pungente, penetrante, acuto, volgare, ammoniacale, con note animali (valerianico).

Sapore: normalmente dolce, leggermente acido e amaro; rinfrescante.

Intensità aroma: forte.

Aroma: molto caratteristico; simile all'odore ma più fine; amminiacale, presenta note aromatiche che ricordano l'infuso di camomilla o il marzapane.

Persistenza: molto persistente; leggermente astringente.